Enter your keyword

Ridefinire il gioiello

Ridefinire il gioiello

Ridefinire il gioiello

Ridefinire il Gioiello IV

I 5 sensi del gioiello contemporaneo

40 designer e artisti interpretano il gioiello contemporaneo con i 5 sensi

mostra a cura di Sonia Patrizia Catena e Lorenzo Argentino

inaugurazione:  sabato 18 ottobre alle ore 18.00

c/o DIMA-DESIGN via Crocefisso 2 a/b Vimercate (MB)

dal 18 ottobre al 15 novembre 2014     da lunedì a sabato  9.00-13.00/14.30-19.30

Luogo di sperimentazione e laboratorio del possibile, DIMA-DESIGN e MAGENTA52 ospitano la seconda tappa della mostra itinerante “Ridefinire il Gioiello” a cura di Sonia Patrizia Catena. Progetto che dal 2010 ha l’obiettivo di diffondere e valorizzare una nuova estetica del gioiello contemporaneo tramite la ricerca di materiali innovativi e sperimentali, coinvolti in un processo creativo dove il valore aggiunto lo fa l’idea.

Quest’anno il tema del progetto è stato dedicato ai cinque sensi: gusto, vista, olfatto, tatto, udito, dunque: “Ridefinire il Gioiello in tutti i Sensi, con tutti i Sensi”.

Il gioiello è sperimentare un’emozione e, progettarlo tramite i “Sensi”, gli connota un significato, un senso personale dipendente dalla propria ricerca artistica. Il gioiello come “gusto” (aromi, sapori); “vista” (forme, colori); “olfatto” (profumi, odori); “tatto” (matericità, plasticità) e “udito” (suoni, rumori).

Il profumo ci consente di viaggiare attraverso lo spazio e il tempo, mentre il tatto veicola unìintimità prossemica annullando i confini e i limiti, altresì l’udito può dar “voce” al gioiello e all’elemento memoria, perché ce lo ricorda. Tutte queste associazioni di parole e definizioni ci permettono di comprendere come i sensi ci inducano a un “viaggio” profondo, a un’immersione nel mondo.

I designers impiegano materiali ed elementi decontestualizzati ed estrapolati dal loro contesto con lo scopo di trasfigurarli in gioielli polifunzionali. Divengono accessori sì, ma non della moda, bensì “accessorio” del corpo, lo vestono conformandolo e modificandolo. Dimostrano una spiccata personalità, una forte identità che non correda l’abito – come nell’accezione tradizionale – bensì assurgono a coprotagonisti, avvalorandone il carattere polifunzionale e di multipersonalità.

Sculture, gioielli contemporanei, accessori moda, bijoux, termini che farebbero saltare ogni rubricazione tradizionale di design funzionale o di alta gioielleria, eppure sono – proprio per questa loro natura polimorfa e migrante – prodotti del nostro contemporaneo, del nostro “mondo liquido” direbbe Zygmunt Bauman.

In mostra: Ballabio Malvina, Bezerra Màrcia, Bosio Olar Slobodanka, Bruni Michela, Casati Loriana, Catalano Erminia, Cerasoli Danila&Carbone Bernarda, Chimajarno (Trentin Chiara), Del Gamba Agnese,  Eandare (Giovanninetti Lucilla), Ercolani Sandra, E-vasiva, Fenili Antonella, Finny’s Design (Vitali Alessandra), Forte Laura, Fragiliadesign (Di Virgilio Francesca), Garbin Mara, Ghilardi Eleonora, Giardinoblu, Giuffrida Lorena, Lacerenza Carmela, Lanna Elisa, Leek (Porro Francesca), Liscia Micaela, Lovisetto Leonia, Maracanta (Bombardelli Lorena), Meri Macramè Gioielli (Iotti Marisa), Mia Gioielli Contemporanei (Sanfilippo Simona), Monguzzi Giovanna, Monti Arduini Olivia, Palmas Loana, Renzulli Alessandra, Rocco Maddalena, Rombolà Rosalba, Rossi Elena, Rotta Monica, Sala Alex, Soria Antonella, Volpi Laura, Wire Dèco Design (Minelli Fabiana).

GUSTO

OLFATTO

TATTO

UDITO

VISTA

COME RAGGIUNGERE LA NOSTRA LOCATION DA MILANO

Related Posts

No Comments

Leave a Comment